Description

Una piattaforma di dati sanitari universale È importante iniziare subito a creare questi dati centralizzati.

Un ottimo esempio di ciò è la tecnologia dell’informazione sanitaria, un argomento di cui ho scritto nel blog in passato. I fautori parlano solo dei suoi benefici, consentendo ai critici di evidenziare ogni difetto e fallimento. Grazie al cielo non ho a che fare con sostenitori e critici in questo modo ogni volta che prendo in considerazione di prescrivere l’aspirina ai miei pazienti. Continua a leggere … “” https://thehealthcareblog.com/blog/tag/atlanta-regional-commission/ 200 OK di SUSAN DENTZER Se ci vuole un villaggio per crescere un bambino, cosa ci vorrebbe per migliorare la salute e l’assistenza sanitaria in un’area metropolitana vasta e diversificata? La risposta: uno sforzo multi-stakeholder, come l’Atlanta Regional Collaborative for Health Improvement o ARCHI. Lanciata nel 2011, la collaborazione ha riunito funzionari del governo locale, filantropie, sistemi sanitari, autorità sanitarie pubbliche e altri per tracciare una strategia che potrebbe portare a miglioramenti duraturi della salute della comunità. ARCHI ha grandi progetti: migliorare la qualità e l’efficienza del sistema sanitario locale; abbassare il tasso di crescita della spesa sanitaria complessiva; e reindirizzare i risparmi ad altri scopi che potrebbero portare a un’economia in crescita e, a sua volta, a una migliore salute della popolazione. Sebbene ci sia una lunga strada da percorrere, ARCHI offre comunque un modello per altre comunità che vogliono intraprendere azioni collettive per migliorare la salute.

Continua a leggere … “” https://thehealthcareblog.com/blog/2007/07/31/podcasttechnology- shiftwise-founder-jason-lander / 200 OK Shiftwise vuole diventare il Travelocity o l’Orbitz del settore del personale infermieristico portando soluzioni web in un campo dominato da anni dalle agenzie utilizzando una tecnologia obsoleta. Consentendo ai responsabili delle risorse umane di abbinare il personale disponibile e consentendo al personale di fare offerte per i turni disponibili, l’azienda afferma che la sua tecnologia consente agli ospedali – e anche alle agenzie – di risparmiare un sacco di soldi sul processo di gestione del personale temporaneo. Ho parlato con il fondatore Jason Lander del modello e dei piani dell’azienda per il futuro.

Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: Podcast, Startups “” https://thehealthcareblog.com/blog / 23/08/2011 / riflessioni-estive-studenti-sulla-trasparenza-dei-prezzi / 200 OK Di JEFFREY HERMAN Non riesco a pensare a un singolo settore che sia più intrinsecamente personale— più emotivo dell’assistenza sanitaria. Ognuno ha una storia di come il sistema sanitario ha influenzato le loro vite. L’esperienza della mia famiglia con il sistema sanitario ha avuto risultati sia positivi che negativi.reduslim si trova in farmacia prezzo Per fortuna, mio ​​fratello è sopravvissuto a un tumore al cervello da bambino e la malattia cardiaca di mio padre è stata curata abbastanza presto per prevenire un attacco di cuore. Tuttavia, i conti per queste procedure erano sorprendenti. Forse ancora più scioccante è stata la totale incapacità dei medici e delle compagnie di assicurazione di fornire una stima accurata del costo delle procedure. Non c’era più chiarezza con le procedure di follow-up di routine come la risonanza magnetica e gli stress test. In un dato giorno, un medico può ordinare lo stesso test più volte, quindi come esiste l’incertezza su quanto costa? E se i medici non conoscono il costo, come dovrebbero i pazienti essere informati consumatori di assistenza sanitaria? Molti pazienti assicurati non si preoccupano di quanto costa una procedura: francamente, con i pagatori di terze parti, spesso non è necessario. Infatti, se sei malato e i test diagnostici sono coperti, potresti spingere il tuo medico a somministrare tutti i servizi potenzialmente benefici.

Tuttavia, a un certo punto l’eccessivo utilizzo di servizi a prezzi poco chiari si traduce in un’assistenza dannosa che alla fine è più costosa che utile. In alcuni casi, in particolare per i pazienti con franchigie elevate o lacune nei loro piani assicurativi, questi costi possono persino causare danni finanziari significativi. Quando i politici ei medici cercano di arbitrare soluzioni al problema della trasparenza dei prezzi, i progressi spesso possono sembrare fuori portata. La maggior parte delle possibilità di cambiamento sono politicamente sgradevoli o finanziariamente impraticabili. Quindi, invece, propongo di affrontare il problema da un livello di base. Per aggiustare il sistema sanitario americano nel suo insieme dobbiamo coinvolgere consumatori e medici affinché si prendano cura di esso a livello personale. I consumatori informati spingono per una gestione efficiente delle risorse e i medici obbligheranno se ci saranno i giusti incentivi per farlo. Diversi siti Web, come Clear Health Costs e HealthCare Bluebook, forniscono informazioni facilmente accessibili sul prezzo di varie procedure. Clear Health Costs abbatte anche i prezzi per specifici medici / ospedali. Se è così facile trovare cure a prezzi ragionevoli, i pazienti saranno più inclini a essere consumatori convenienti. Inoltre, tali siti Web potrebbero esercitare una pressione competitiva sugli operatori sanitari affinché abbiano prezzi ragionevoli e siano consapevoli del costo dei loro servizi. Supponendo che questi siti web si espandano e stimolino siti simili, diventeranno una risorsa inestimabile per i consumatori e gli operatori sanitari. L’uso diffuso dei social media ha anche un potenziale significativo per fornire informazioni sui costi ai consumatori.

Alla fine, gli utenti di Twitter e Facebook potrebbero essere in grado di accedere alle informazioni sui prezzi mentre si connettono con amici, familiari e altri conoscenti. Questa convergenza delle informazioni sanitarie con le reti personali promuove consumatori consapevoli. Forse ancora più importante, se questa consapevolezza dei costi dell’assistenza sanitaria permea i social media, gli utenti sentiranno la pressione sociale a spendere le risorse con saggezza. Immagina 750 milioni di utenti di Facebook con un’applicazione per la trasparenza dei prezzi che appare in un feed di notizie insieme agli aggiornamenti di stato degli amici e ai post in bacheca. Dopo aver riflettuto sullo stato del sistema sanitario americano, può essere difficile non sentirsi ottimisti. La politica di partito sembra mettere in ombra le politiche progressiste. Qualsiasi politica o idea potenzialmente vantaggiosa viene immediatamente respinta perché sarà politicamente infiammatoria o finanziariamente gravosa. Tuttavia, tutti, a tutti gli estremi dello spettro politico, possono concordare che il cambiamento è necessario. Forse un approccio di base che coinvolga il pubblico in un’assistenza economica con una maggiore trasparenza dei prezzi porterà alla riforma tanto necessaria. I fornitori e i legislatori noteranno se la pressione pubblica è abbastanza grande. Alla fine, dipende da noi. Jeffrey Herman è al secondo anno presso la Brandeis University e ha recentemente completato uno stage estivo con Costs of Care. Costs of Care (Twitter: @CostsOfCare), dove questo post è stato originariamente pubblicato, è un’organizzazione senza scopo di lucro con sede a Boston che raccoglie aneddoti da medici e pazienti.

Riteniamo che queste storie siano toccanti perché danno un volto ad alcune delle carenze note del nostro sistema, e anche perché rivelano quanto siano comuni e pervasivi questi tipi di storie. Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: Costi, Jeffrey Herman “” https://thehealthcareblog.com/ blog / 2015/05/27 / free-our-health-record-get-your-health-record-and-help-save-lives / 200 OK Di BOB ROWLEY e DAVID HARLOW Cosa se un milione di pazienti chiedessero la cartella clinica in una volta sola? Tieni presente che ogni persona non invierà una singola richiesta. Riceviamo la nostra assistenza da più fornitori di assistenza sanitaria, spesso attraverso diversi sistemi sanitari, con sistemi di cartelle cliniche elettroniche che non parlano tra loro. Più siamo anziani, più malattie croniche abbiamo, maggiore è il numero di fornitori diversi. Come sarebbero i record? Dove andrebbero? Come si sarebbero allineati l’uno con l’altro? Richiedi la tua cartella clinica e scoprilo. Una giornata di azione L’idea di una richiesta di documentazione di massa è emersa come un’affermazione dei diritti dei pazienti e in parte come reazione alle modifiche proposte alle normative Stage 2 sull’uso significativo delle cartelle cliniche elettroniche certificate (EHR) che eliminano efficacemente il coinvolgimento del paziente come una misura di utilizzo significativo (una misura che richiede che almeno il 5% dei pazienti visti da un fornitore visualizzi, scarichi o trasmetta i propri dati sanitari affinché il fornitore possa “selezionare la casella”). I sistemi EHR, costruiti per facilitare il flusso di lavoro e il rimborso locali (singolo gruppo, singola istituzione), non sono realmente progettati per la collaborazione oltre le quattro mura del gruppo o dell’istituzione locale, o per la comunicazione e la condivisione con i pazienti.

E se si svolgesse una giornata di azione intorno all’accesso alle cartelle cliniche, come proposto da alcuni sostenitori? Il sistema di cartelle cliniche elettroniche, frammentato nella sua miriade di silos incentrati sul medico e sull’ospedale, si sarebbe schiantato? E oltre a questo, come funzionerà esattamente? Dove le persone memorizzeranno i propri record (in modo sicuro)? Avranno bisogno di andare da ciascuno dei loro medici e ospedali e richiedere i loro documenti, e in qualche modo sperare di fonderli in una forma unificata che avesse senso? Qualcuno può farlo? I sistemi di cartelle cliniche elettroniche (EHR) sono progettati per facilitare i flussi di lavoro orientati ai fornitori negli studi medici e negli ospedali. Si basano sulla documentazione, non sulla collaborazione. Quando il programma federale di incentivi EHR (uso significativo) richiedeva che gli EHR fossero in grado di condividere i record tra loro, il risultato era qualcosa di simile a un insieme di funzioni. Le cartelle cliniche elettroniche dovevano creare un tipo di messaggio standardizzato (documenti di continuità assistenziale e riepiloghi clinici consolidati, che sono documenti XML), e dovevano essere in grado di inviarli da un sistema all’altro (a volte tramite un sistema di posta elettronica sicuro chiamato Direct, se non fossero disponibili più metodi di connessione). In realtà, tuttavia, i riassunti clinici sui rinvii e le transizioni di cura spesso cadono sulla carta e vengono inviati via fax. L’accesso dei pazienti ai propri archivi è uno sforzo separato quando si tratta di progettare i sistemi EHR.

Spesso venduti come pacchetto separato agli utenti di cartelle cliniche elettroniche, i portali dei pazienti sono il modo principale con cui le persone ottengono informazioni sulle loro cartelle cliniche. Nelle reti di distribuzione integrate, dove tutti sono sullo stesso sistema, un unico portale può mostrare informazioni critiche su tutto ciò che è all’interno di quel sistema. Il risultato è soddisfacente (“Posso avere tutti i miei record Kaiser in un unico posto!”), Ma anche lì le persone entrano ed escono da un tale sistema nel corso della loro vita, o talvolta utilizzano servizi (come i servizi di emergenza) al di fuori della rete . La maggior parte delle persone, tuttavia, riceve l’assistenza sanitaria da più luoghi e ogni luogo può utilizzare un sistema EHR diverso, alcuni con buoni portali per i pazienti e altri no. E ogni luogo richiede un accesso separato per recuperare solo un segmento di informazioni sulla salute trovato lì. Esiste un luogo universale in cui i dati di tutti questi silos separati possono essere raccolti, uniti e visualizzati in modo significativo? Possiamo avere una cartella clinica longitudinale universale incentrata sul paziente che è tua da tenere e portare con te quando il tuo piano sanitario e la rete di consegna cambiano? Qualcosa che viene continuamente alimentato e connesso ai sistemi EHR di ciascuno dei tuoi medici e ospedali, in modo che tu controlli l’accesso e tutti i membri del tuo team di assistenza vedano e interagiscono con gli stessi dati universali? Questo può sembrare un gioco da ragazzi, ma in realtà è una visione della prossima generazione di Health IT. Possiamo arrivarci da qui? Gli attuali sistemi EHR non sono progettati per fare questo. Non dovremmo aspettarci che lo facciano. Una piattaforma di dati sanitari universale È importante iniziare subito a creare questi dati centralizzati.

Per raggiungere l’obiettivo di collegare tutto insieme in un unico luogo in cui pazienti, medici e tutto il team di assistenza possano lavorare dagli stessi dati, dobbiamo costruire la piattaforma. Per necessità, sarà al di fuori del regno degli EHR, sebbene interagisca strettamente con essi. Per i fornitori che utilizzano le cartelle cliniche elettroniche come strumento principale nel lavoro quotidiano, questa piattaforma deve funzionare come un’estensione delle loro attuali capacità. Per i pazienti, è il luogo unificato per ottenere i propri dati: dopotutto, l’accesso a più portali di pazienti semplicemente non funziona. Flow Health ha costruito quella piattaforma. Il passaggio successivo è inserire i dati in esso. La piattaforma che abbiamo creato è popolata da una varietà di feed: dalle richieste di dati ai sistemi EHR (CCD e riepiloghi clinici come contenuto principale all’inizio), alle notifiche di ammissione / dimissione / trasferimento (ADT) dell’ospedale e del pronto soccorso, ai dati sui sinistri dove disponibili, ai dati inseriti dal paziente al momento del check-in per una visita in ufficio, agli infermieri del Chronic Care Management che interagiscono con i pazienti e aiutano a costruire piani di cura del paziente. L’elenco potrebbe continuare. Una volta che questi dati sono stati uniti insieme, renderli utili in esperienze significative. Flow Health ha creato un’app rivolta al fornitore che consente a tutti i membri del team di assistenza di vedere un feed di post sui pazienti e di rivedere le scadenze dei pazienti (oltre alla messaggistica diretta e sicura tra colleghi).

Abbiamo anche creato un’app per il check-in dei pazienti che sostituisce gli appunti in ufficio, è precompilata da dati già noti e aiuta a creare il consenso e raccogliere dati diretti. Inoltre, abbiamo creato un’app rivolta ai pazienti che consente ai pazienti di vedere i loro dati combinati in un unico posto, gestire i loro team di assistenza, comunicare con i loro fornitori di assistenza e portare con sé tali informazioni ovunque vadano, anche dopo aver modificato i piani sanitari, medici o ospedali. Inoltre, per rimuovere gli ostacoli all’adozione, Flow Health ha reso queste app gratuite per tutti. Il blocco dei dati uccide La raccolta di dati clinici in un’unica piattaforma utilizzabile non è solo un “bello da avere”. È essenziale per migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria fornita in questo paese. Migliorare la comunicazione e la condivisione delle informazioni può ridurre del 30% le lesioni ai pazienti dovute a errori medici. Questo è sconcertante, dato che fino a 440.000 persone muoiono negli ospedali ogni anno a causa di errori medici prevenibili, secondo il Journal of Patient Safety. Pazienti: richiedi i tuoi record.

Quando visiti i tuoi medici, chiedi loro se stanno utilizzando l’app Flow Health Check-In. In caso contrario, chiedi loro di farlo. Da lì, puoi identificare il tuo team di assistenza e richiedere automaticamente i tuoi record da loro. Dall’app paziente Flow Health, puoi fare la stessa cosa. Non hai nemmeno bisogno di andare nello studio del medico per farlo. Medici e ospedali: fate la vostra parte per far sì che ciò accada. 1. Prendi l’impegno su www.freeourhealthrecords.com; e 2. Quando si riceve una richiesta di record, rispondere prontamente. Abbiamo creato modalità semplici e dettagliate per generare un documento clinico da tutte le cartelle cliniche elettroniche certificate per un uso significativo e caricarlo facilmente nella piattaforma, tramite una connessione web sicura.

Non ci sono scuse per non rispondere a una richiesta di dati. In effetti, la regola finale HIPAA del 2013 richiede che un medico che utilizza una cartella clinica elettronica fornisca prontamente una versione elettronica dei dati del paziente su richiesta. Abbiamo semplificato questo processo. Niente carta, niente fax: solo pochi clic e il gioco è fatto. Da qualsiasi EHR. Liberare le nostre cartelle cliniche Quindi, tornando alla domanda originale – e se un milione di pazienti richiedessero le loro cartelle tutte in una volta?

Dove metterebbero i dati? Come possono digerire le informazioni e usarle nei modi che contano? Flow Health ha la soluzione: abbiamo costruito la piattaforma che può facilitare questo.

Related Posts

Audubon church to supply loans that are payday with no interest "therefore the King will respond to ...
larry sasa
November 27, 2020
Payday Profiteers: Payday Lenders Target the Working Bad. WITH GAUDY NEON SYMPTOMS and hand-lettered ...
larry sasa
November 27, 2020
Pay day loans called “predatory” by team searching for reform As being a pre-teen, Angela Basse ...
larry sasa
November 27, 2020